LA TEMPISTICA DEL TEMPO

Riflettevo sul fatto che stiamo vivendo un momento in cui avremmo bisogno di rappresentanti “al passo con i tempi” e invece abbiamo la classe politica più vecchia in Europa.
Dove voglio arrivare? Alla “tempistica del tempo”. Mi spiego meglio. Avere le giuste persone al posto giusto al momento giusto non è facile. Averle al comando è ancora più difficile. Con rammarico scrivo che avremmo bisogno di una classe politica dinamica, veloce, multimediale, aperta, globale e locale, innovativa. Invece abbiamo politici vecchi, stanchi, attenti agli equilibri preesistenti e incapacità o troppo timorosi di produrre novità. Soprattutto oggi avremmo bisogno di politici figli dei tempi, cioè di un mondo globale attento al locale, aperto al diverso, figlio dell’Europa e dell’Unione Europea. Oggi molti giovani appartengono a questo tipo di società. Una generazione che conosce come vivono gli altri cittadini dell’Europa e del mondo, che conosce il valore del diverso e che apprezza la maniera di vivere degli altri europei. Conoscere lo stile di vita di un francese, inglese, tedesco o spagnolo ci potrebbe aiutare a capire meglio i problemi, a comprendere la nostra vita o affrontare le difficoltà quotidiane sapendo che ci sono soluzioni migliori delle nostre o che ci sono stili di vita migliori ai quali possiamo aspirare perché lo fanno anche gli altri. Aver vissuto all’estero, conosciuto altri ragazzi o ragazze europee che ci hanno fatto vivere la loro vita, che ci hanno dimostrato che si può vivere meglio, che c’è un’alternativa migliore. Ma come si può raggiungere questa alternativa con una classe dirigente così, che non ha mai avuto le esperienze che noi abbiamo avuto, che non ha mai viaggiato nè vissuto in altri paesi europei, che non ha mai partecipato alla vita degli altri?

Questo voglio dire. C’è un’alternativa migliore, per noi e per il nostro paese, per l’Europa, per il mondo. Dovremmo essere coscienti di questo, interpretare le istanze dei nostri concittadini e batterci per migliorare la nostra esistenza e migliorare noi stessi per regalare un futuro migliore a chi verrà dopo di noi.

Dobbiamo essere noi gli interpreti di questo cambiamento, senza attendere nè aspettare un segnale. Siamo noi a dover dare inizio ad un’alternativa migliore, ad una vita migliore.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: